Gran Torneo dei Quartieri di Sessa Aurunca

Gran Torneo dei Quartieri di Sessa Aurunca

Il Carmine vince il palio ORESTE D’ONOFRIO

È il Carmine il vincitore della quindicesima edizione del Gran Torneo dei Quartieri. I supporter hanno festeggiato per l’intera notte la vittoria che è stata accolta con maggiore soddisfazione, in quanto arrivata dopo un avvincente finale con altri due quartieri (Borgo Nuovo e Duomo) in una manciata di punti fino all’ultima gara.

Il Palio 2004 è stato assegnato al quartiere Carmine, oltre che per la bravura degli atleti anche per la benevolenza della dea bendata che ha favorito il quartiere nel sorteggio per l’abbinamento ai balestrieri della compagnia di Norcia. E proprio il vincitore dell’attesissima e avvincente gara – che continua a costituire uno dei momenti più esaltanti del Gran Torneo – è stato abbinato al quartiere Carmine che ha potuto fruire del punteggio massimo.

In un tripudio di colori che rappresentavano i sei quartieri partecipanti, in un clima da tifo da stadio, tra simpatici “olé e sfottò (soprattutto tra i supporter del quartiere Carmine e quelli del quartiere Borgo Nuovo, classificatosi al secondo posto ad un solo punto dal vincitore) si è svolta, nella piazza XX Settembre, la fase finale dei giochi, preceduta da esibizioni degli sbandieratori di Viterbo e di Cori.

Il pomeriggio era iniziato con il corteo storico in costume, che ha rievocato l’ingresso in Sessa Aurunca di Giovanni d’Angiò, avvenuto nel 1459 al tempo della prima congiura dei Baroni, accolto dal duca Marino Marzano, dalla splendida consorte Eleonora d’Aragona e dalla corte ducale della città. Il corteo ha sfilato, tra gli applausi degli spettatori, lungo il corso Lucilio e le vie del centro storico.

È doverosa qualche nota. Quest’anno hanno partecipato solo sei dei nove quartieri. Bisogna evitare che ciò accada nei prossimi anni. Come pure sono da evitare i cosiddetti “tempi morti”, che prolungano stancamente la manifestazione. Sarebbe, altresì, opportuno inserire qualche novità nelle prossime edizioni, al fine di evitare uno scadimento di interesse.

Articolo pubblicato per gentile concessione del quotidiano IL MATTINO

About Me

Related Posts