Padova. Terrore per 200 euro: barista sequestrato e rapinato in pieno centro

Ma il rapporto genitore figlio non esiste più?

Non penso che a 16 anni si possa veramente capire un ragazzo che soffre di eiaculazione precoce (in tutti i sensi, data anche l’età in cui si manifesta), e sostenerlo adeguatamente in un percorso che non è facile attraversare, sia per lui che per lei. Certamente l’amore fa molto, ma a quell’età… non penso ci si possa accollare una responsabilità tale. Un ragazzo dovrebbe PARLARE DI PIU’ CON I GENITORI, farsi aiutare da un medico, e non dalla propria fidanzatina insoddisfatta.

Un dottore potrebbe arrivare a capire la causa dell’eiaculazione precoce, anche senza dover imbottire di viagra (assurdo) un ragazzo giovane, lasciandogli dei preziosi consigli su come affrontare il sesso nella più totale tranquillità.

Ciò non toglie che, a mio parere, le ragazzine d’oggi, vogliano apparire come donne vissute. Ma tra 10 o 15 anni, quando avranno, come dicono loro, fatto tutto, si stancheranno e su cosa approderanno?

Qua ci vorrebbe un po’ di sana e fondamentale morale, cosa che ormai…

commento inviato il 02-06-2010 alle 10:51 da argonauta91

Cari insegnanti di educazione sessuale e cari psicologi ai nostri ragazzi chi fa lezione di affettività? Molti genitori sono separati e hanno problemi di relazione e affetto fra di loro, politici e rappresentanti di governo hanno gli stessi problemi, la cultura ci sbatte in faccia il sesso ad “ogni costo e a tutti i costi”, ma chi è che insegna ai nostri figli a volersi bene?

Non sappiamo più volerci bene, nelle piccole e grandi cose, non esiste più il saper attendere, tutto deve essere ricevuto e fatto in un battibaleno altrimenti ci sentiamo inadeguati.Care ragazze e ragazzi vi sembrerà strano ma il sesso a tutti i costi e al più presto è il bisogno di sentirsi amati nelle sfere più profonde, è bisogno di compensare i vuoti dell’anima chiedendo al partner di essere padre, madre fratello, sorella, amico nello stesso momento.

L’uso improprio del corpo non riempie i vuoti ma li accentua, soprattutto per le ragazze che non troveranno mai l’uomo adatto che potrà riempirli, allo stesso tempo l’uomo si sentirà sempre più inadatto e incapace di soddisfare la donna.

Conclusione: eiaculazione veloce per l’uomo e orgasmo ritardato per la donna.

Il bene è altra cosa, è donarsi e saper fare a meno di se stessi, è esistere perchè l’altro esista, anche a costo di rinunce, e’ nella misura in cui doniamo che ci viene restituito.

Educare all’ affettività, questo è quello che manca ai nostri ragazzi!

commento inviato il 02-06-2010 alle 08:49 da Francesca

About Me

Related Posts