Reggio, ma a chi interessano i Lavori Pubblici?

Relazione finale: gli avventisti del settimo giorno non dovrebbero essere considerati membri di una setta

Ginevra, 18 maggio 1998 (lwi/APD)

In futuro “i luterani nei loro incontri ufficiali a livello nazionale e

regionale” dovrebbero riconoscere la Chiesa avventista del settimo giorno “come una chiesa libera, una comunita’ cristiana mondiale, non una setta”.

Questa raccomandazione e’ stata espressa nella relazione finale sui colloqui bilaterali tra la Federazione mondiale luterana e la Chiesa cristiana avventista del settimo giorno. L’ultima sessione dei colloqui si e’ svolta a Cartigny, Svizzera, dal 10 al 16 maggio. La relazione finale raccomanda agli avventisti che nei loro rapporti con le altre chiese cristiane rivendichino il diritto ad essere considerati una chiesa cristiana a tutti gli effetti.

I rappresentanti luterani e avventisti raccomandano alle loro chiese il reciproco riconoscimento “dell’impegno cristiano” di entrambe le confessioni. Raccomandano di presentare le reciproche posizioni in modo “veritiero e non polemico” nell’insegnamento pubblico e nelle scuole di teologia, in un modo che corrisponda alla comprensione che l’altra chiesa ha di se’.

Per il futuro le due chiese s’impegnano a mantenere incontri di consultazione “per il bene dell’intera comunita’ cristiana”.

La relazione finale indica alcuni possibili aree di cooperazione: nello sforzo comune per alleviare le sofferenze dell’umanita’, nella difesa della liberta’ religiosa, nell’organizzazione di incontri tra pastori avventisti e luterani e le rispettive associazioni pastorali, nell’organizzazione di incontri di preghiera in comune, nell’opera promossa dalla Societa’ Biblica.

Sebbene questi colloqui tra avventisti e luterani siano conclusi, nella relazione finale si auspica che rappresentanti ufficiali delle due chiese “s’incontrino per consultazioni bilaterali occasionali”. Si suggerisce un possibile soggetto di confronto per il 1999: le fondamenta teologiche e la dimensione spirituale del giorno di riposo e di culto (il sabato per gli avventisti, la domenica per i luterani) con particolare riferimento alle

esigenze della societa’ moderna”.

La serie di conversazioni tra luterani e avventisti e’ iniziata quattro anni fa nel novembre del 1994 a Darmastadt (Germania). Si trattava della prima consultazione internazionale tra rappresentanti della chiesa avventista e della Federazione mondiale luterana (LWF). Gli obiettivi del primo incontro includevano una migliore comprensione reciproca, l’eliminazione degli stereotipi e l’approfondimento delle dottrine delle due chiese. Nel corso di questi quattro anni i temi dei colloqui sono stati i seguenti:

“giustificazione per fede: la legge; la legge e il Vangelo” (1996 Toronto, Canada), “ecclesiologia” (1998, Cartigny, Svizzera).

La sessione dei colloqui a Cartigny e’ stata presieduta congiuntamente dal rappresentante avventista, il pastore Bert B. Beach (USA) e dal rappresentante luterano, il decano di Oslo Ole Chr. Kvarme. Un momento significativo di questa sessione sono state le visite del pastore Robert S. Folkenberg, presidente della Conferenza generale delle chiese avventiste (l’organo amministrativo piu’ importante nell’ambito avventista), e del pastore Ishmael Noko, segretario generale della Federazione mondiale luterana.

La relazione finale e i tutti i documenti dei colloqui saranno pubblicati integralmente.

La Chiesa Avventista del settimo giorno e’ presente in oltre 200 paesi e conta piu’ di 10 milioni di membri. La Federazione mondiale luterana comprende 124 chiese membro con circa 57 milioni di membri.

Comunicato stampa congiunto:

About Me

Related Posts