LE AGEVOLAZIONI FISCALI A FAVORE DELLE ONLUS

A fronte di garanzie, spesso ottenute anche a costo di una certa “pesantezza” di adempimenti, sono riconosciuti alle ONLUS particolari benefici fiscali, sia nella forma di esenzione o riduzione di imposta, sia come riconoscimento di interventi destinati a sostenere, sotto i diversi profili, le loro attività. Questo trattamento di favore non è posto per garantire loro una situazione di privilegio, ma offrire agli enti interessati, anche attraverso lo strumento delle agevolazioni fiscali, la possibilità di dotarsi di risorse e di mezzi per realizzare, nella maniera più efficace le loro specifiche finalità a beneficio dell’intera collettività.

E’ chiara, a questo proposito, la relazione illustrativa al decreto legislativo in cui si afferma che “tale nuova categoria viene definita sulla base di più stringenti criteri di meritorietà, in linea con l’esigenza di riorganizzare lo stato sociale offrendo ai cittadini la possibilità di indirizzare in modo alternativo la domanda si servizi sociali” e si aggiunge che “obiettivo primario è quello di contribuire alla rivitalizzazione del cosiddetto settore non profit o terzo settore, attraverso un razionale impiego della leva fiscale, così da consentire allo Stato di effettuare risparmi in diversi comparti di servizi, ora direttamente gestiti, che potrebbero essere assicurati da queste realtà emergenti e non più marginali”. Da tali premesse si comprende come quella riguardante le agevolazioni fiscali rappresenti la parte più incisiva del decreto.

E proprio in funzione di questo speciale trattamento di favore i rappresentanti e i membri degli organi amministrativi delle ONLUS sono fatti oggetto di specifiche e pesanti sanzioni nel caso di mancato rispetto delle norme poste a tutela della correttezza e trasparenza.

Il decreto legislativo n. 460 del 1997, agli articoli dal 17 al 24 ha previsto numerose agevolazioni a favore delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale in materia di imposte indirette, tasse e tributi locali, in conformità a quanto disposto dall’articolo 3, comma 189, lettera g) della legge n. 662 del 1996.

Così l’articolo 17 stabilisce l’inserimento degli atti, documenti, istanze, contratti, nonché copie anche se dichiarate conformi, estratti, certificazioni, dichiarazioni e attestazioni poste in essere o richiesti dalle ONLUS, tra gli atti per i quali è prevista l’esenzione dall’imposta di bollo in modo assoluto.

Gli atti elencati sono posti in essere dalle organizzazioni non lucrative con notevole frequenza: basti pensare alle domande per il conseguimento di sussidi.

Analogamente, viene disposta dall’articolo 18 l’esenzione dalla tassa sulle concessioni governative per gli atti e i provvedimenti concernenti le ONLUS

Tra i trasferimenti non soggetti all’imposta di successione vengono inseriti con l’articolo 19 anche quelli a favore delle ONLUS, in considerazione delle finalità di solidarietà sociale alle quali gli stessi sono destinati.

Le organizzazioni non lucrative di utilità sociale vanno ad aggiungersi, quindi, tra i soggetti che beneficiano della detassazione quali lo Stato, le regioni, le province, i comuni, gli enti pubblici, le fondazioni, le associazioni non riconosciute che hanno come scopo esclusivo l’assistenza, lo studio, la ricerca scientifica, l’educazione, l’istruzione o altre finalità di pubblica utilità.

Anche per l’INVIM la considerazione del fine di pubblica utilità dell’attività delle ONLUS ha portato a decidere per l’esenzione dall’imposta delle cessioni a titolo gratuito a favore di questi soggetti.

Identica esenzione è stata posta per l’imposta sostitutiva dell’INVIM di cui all’articolo 11, comma 3, del decreto legislativo 79/97, convertito con modificazioni, dalla legge 140/97.

In materia di tributi locali con l’articolo 21 viene attribuito ai comuni, alle province, alle regioni il potere di deliberare in favore delle ONLUS riduzioni od esenzioni dal pagamento di tributi di pertinenza degli enti stessi e dei connessi adempimenti. Trattasi di un potere discrezionale esercitabile dall’ente locale con propria deliberazione.

Di notevole portata appaiono le agevolazioni in materia di imposta di registro, contenute nell’articolo 22 del decreto legislativo di riforma.

Infatti viene stabilito che i trasferimenti della proprietà di immobili o diritti reali su di essi a favore delle ONLUS applicano l’imposta in misura fissa di lire 250.000.

L’agevolazione riguarda gli immobili da destinarsi direttamente allo svolgimento della propria attività. Le condizioni perché la stessa possa concedersi, quindi sono che l’ente dichiari nell’atto di acquisto di voler utilizzare direttamente i beni nell’esercizio della propria attività e che questo effettivo utilizzo si realizzi entro due anni dall’acquisto.

Sempre in materia di imposta di registro, è previsto, infine, che gli atti costitutivi e le modifiche statutarie concernenti le ONLUS l’applicazione dell’imposta di registro nella misura fissa di lire 250.000.

Infine l’articolo 24 del decreto legislativo n. 460/97 disciplina le agevolazioni per le lotterie, tombole, pesche e banchi di beneficenza, apportando delle modificazioni all’articolo 40, primo comma del R.D.L. n. 1933/1938.

E’ importante notare che le modifiche apportate non sono sostanziali e vengono effettuate solo per estendere anche alle ONLUS lo stesso trattamento agevolato previsto per gli enti morali, associazioni e comitato senza fine di lucro, aventi scopi assistenziali, culturali, ricreativi e sportivi. Gli enti non profit spesso si avvalgono di tombole o lotterie al fine di raccogliere fondi da utilizzare per il perseguimento dei loro obiettivi.

Viene inoltre stabilito che i premi di queste specifiche operazioni debbono consistere soltanto in cose di valore modico, escluso il denaro, i titoli pubblici e privati, i valori bancari, le carte di credito e i metalli preziosi in verghe.

Queste operazioni possono essere autorizzate, a seconda del tipo di manifestazione, del contesto in cui avvengono e dell’erogazione dei premi o degli importi ricavati, dagli uffici finanziari o dai comuni.

About Me

Related Posts