Reggio: grande successo incontro su Citologia e Citogenetica dell’Ord. Naz. Biologi

PADOVA (19 settembre) – Tre giorni interminabili, paralizzata a letto con accanto a sè il compagno che, per un malore, si era accasciato accanto a lei a terra, morto. Maria B., pensionata di 73 anni, originaria di Piove di Sacco (Padova), ma da anni residente a Milano, aveva temuto che il compagno della sua vita se ne fosse andato da casa, che l’avesse lasciata: immobilizzata a letto, non poteva vederlo.

La pensionata aveva anche provato a telefonare a qualcuno, ma il telefono fisso che teneva sul comodino, accanto al letto, le era caduto e per tre giorni è rimasta immobile, impotente, prima che nel pomeriggio di sabato un vicino sentisse le sue urla e desse l’allarme. Sono intervenuti gli agenti della questura di Milano che hanno trovato la porta blindata chiusa e hanno chiamato i vigili del fuoco, che l’hanno forzata. Così hanno scoperto che cosa era successo in quell’appartamento al secondo piano di un anonimo condominio in via Saccardo, nei pressi della stazione di Lambrate, a Milano. Vincenzo S., coetaneo della sua compagna e che viveva con lei da trent’anni, era morto, accanto al letto. Il medico legale ha stabilito che la morte, subentrata per cause naturali, risale almeno a giovedì scorso.

Nei giorni precedenti, infatti, il vicino che ha dato l’allarme aveva visto le tapparelle di casa prima alzate e poi abbassate. Una manovra che, per via della sua malattia, Maria non poteva compiere: doveva essere stato necessariamente Vincenzo. Il figlio dell’uomo, di 44 anni, con il quale i rapporti negli ultimi tre anni erano diventati piuttosto freddi, aveva sentito la coppia domenica scorsa per telefono. Erano soliti non sentirsi per giorni e quindi non si era preoccupato.

Giovedì – secondo la ricostruzione della polizia – mentre la donna stava dormendo, Vincenzo probabilmente si è svegliato, si è alzato, ma ha avuto un malore ed è caduto a terra, morto. La sua compagna, immobilizzata, quando si è svegliata ha provato a chiamarlo, inutilmente, senza vederlo. Per questo, si era addirittura convinta che se ne fosse andato di casa. Ieri pomeriggio, invece, è stato scoperto il cadavere, mentre Maria B. è stata soccorsa e portata in ospedale. Il pm di turno ha posto sotto sequestro l’appartamento, anche se non ci sono dubbi sulle cause della morte del pensionato.

About Me

Related Posts